Questi giorni di ripresa sono stati molto frenetici, ho ricominciato alla grande e mi sono ritrovata subito un po’ in affanno. Proprio per questo motivo sono molto grata a un esperimento che ho fatto durante le feste.

Ho voluto fermare sulle carta i colori del mio Natale e le mie emozioni di gioia, di pace e di spensieratezza per continuare a viverle anche dopo aver riposto tutti gli addobbi nello scatolone. L’ho fatto per rilassarmi e godere ancora il silenzio di quegli attimi al termine di una giornata da urlo o di una settimana di fuoco come quella appena terminata.

E sai che c’è, funziona, funziona davvero, per questo voglio condividere il mio esperimento con te!

 

I colori del mio diario

 

24 dicembre VERDE

Mi sono svegliata con calma e mi sono dedicata al rituale del mattino, the caldo e biscotti integrali. Ho guardato il mio giardino dalla finestra, incredibilmente ho trovato il tempo di fare anche questo. È sempre bello Lui, è il mio posto sicuro e la fonte delle mie ispirazioni. Ci sono sul tavolino alcuni vasetti di fiori rovesciati, la pioggia dell’ultimo periodo ha lasciato il segno. Sono andata a metterli a posto e a prendermi cura di loro. Ne avevano bisogno, anche io.

25 dicembre ROSSO

L’Amore, quello vero, quello con A maiuscola, quello che ti toglie il fiato, che ti fa brillare gli occhi, quello che fa venire i brividi e le farfalle nello stomaco, quello che viene dopo una lunga storia finita male, che arriva quando meno te lo aspetti e che ti sconvolge la vita, quello della mia principessa. Oggi l’ho visto e vissuto nell’annuncio di in un a domani è per sempre inaspettato e… questo Natale non lo dimenticherò mai! Porto con me tutte le sue emozioni.

È tardi, sono stanca, in casa è tornato il silenzio, vado a dormire avvolta in un morbidissimo pigiama blu, sul comodino ho un nuovo libro che parla della saggezza dei colori, regalo di una cara amica. Di certo farò grandi sogni.

 

 

26 dicembre AZZURRO

Il cinema a Santo Stefano è una tradizione di famiglia. Ho ri-visto Pinocchio. Fin da piccola, quel burattino biricchino mi ha sempre fatto una grande tenerezza, tra quelle granculo di Cenerentola e la Bella Addormentata, lui con la sua semplice giacchetta rossa faceva tutto quello che io bimba perfettina non avrei mai avuto il coraggio di fare, anche se, a volte, mi sarebbe piaciuto… La sua storia magica, creativa, luminosa e di cuore era la mia preferita. Bella e pura. Oggi è stato un po’ come tornare bambina. La cosa che ho apprezzato di più? L’atmosfera da favola che mi ha fatto incantare, ancora una volta.

28 dicembre ROSA

Bellagio, là dove si incontrano i due rami del lago di Como, con il suo animo vintage e le sue strette viuzze. Non la conoscevo, credo di esserci stata oggi per la prima volta.
Da un po’ di tempo apprezzo e preferisco la pace del lago ai movimenti frenetici del mare. Sogno di abitare fra qualche anno in una casetta dai muri rosa, vista lago, con grandi finestre per poter ammirare tutte le sfumature delicate e polverose che solo qui la natura può donare.

 

 

29 dicembre BLU

Ho passato tutto il pomeriggio a letto. In fondo in fondo sono pigra, molto pigra. Ho dormito come non facevo da tempo e partecipato ad una splendida meditazione che mi ero ripromessa di fare con calma, oggi era il momento giusto (grazie Anh!). Ho immaginato a occhi chiusi il mio 2020, visualizzato cosa voglio fare e dove voglio arrivare. Quanta forza in questo esercizio e che meravigliose sensazioni di leggerezza e soddisfazione. Adesso mi è tutto più chiaro. Cambiare il punto di vista e ascoltarsi nel profondo è davvero rigenerante e illuminante, mi sono ripromessa di farlo più spesso!

31 dicembre ORO

L’acqua è il mio elemento naturale. Sto bene a contatto con l’acqua, mi piace immergermi in una vasca calda e profumata e lasciarmi cullare dal suo dolce movimento. Per questa fine dell’anno ho scelto le terme. Il silenzio e le coccole. Sì, per accogliere il nuovo anno ho indossato un costume rosso, raccolto i capelli, attraversato una meravigliosa porta rosa dallo stile retrò, liberato le mie energie e respirato la trasparenza. In una dimensione alternativa, tra bolle e vapore, ho apprezzato le piccole cose del 2019… anche questo diario (quasi) segreto con la copertina dorata che ho deciso di scrivere per gioco, così come facevo da ragazza e che, invece, mi ha stupito e dato tanto. Lo rileggerò spesso con immensa gratitudine.

 

 

E tu hai mai scritto un diario segreto? Puoi farlo scaricando qui il bullet journal che io, Simonetta Viazzi e Gerarda Borriello abbiamo preparato per te, vedrai con le sue parole e i suoi colori ti sarà di ispirazione e di grande aiuto. Sarà bello scriverlo e poi ancora di più riguardarlo, ogni volta che vorrai, come lo è per me!

 

Baci baci e a presto
Michi

Pin It